Visualizzazioni totali

martedì 26 marzo 2013

Scegli le spazzole giuste per te!


-         per sistemare i capelli quotidianamente usa una spazzola ovale con setole naturali 
Image and video hosting by TinyPic

-         per districare i capelli umidi potete utilizzare una spazzola larga o meglio ancora utilizzare un pettine in legno a denti larghi e lunghi (ideale quest’ultimo non solo per sciogliere bene i nodi, ma anche quando si vuole applicare per bene il balsamo o la maschera per capelli)

Image and video hosting by TinyPic
  
-         per stirare i capelli usa una spazzola tonda (ma per chi ha i capelli lisci o leggermente mossi va bene anche la spazzola larga piatta)

Image and video hosting by TinyPic
 
-         per arricciare i capelli una spazzola tonda grande o piccola a seconda se li volete ricci ricci oppure abboccolati
Image and video hosting by TinyPic

Lo sapevi che? E’ meglio acquistare spazzole e pettini in legno o comunque che hanno setole naturali, poiché i pettini in plastica elettrizzano i capelli e li spezzano, e quelli in metallo stressano il cuoio capelluto.

Sito dove poterli acquistare? TEK 
lunedì 25 marzo 2013

Come applicare il fard?


 Il fard (o blush) serve per dare un tocco finale al make up e dare un po’ di colore alle nostre guance;
 la nuance deve essere scelta in base al colore della nostra pelle: se come me avete una pelle chiara ad esempio potete optare per un rosa/pesca, anche se sarebbe meglio scegliere un colore che si sposi bene con il rossetto e/o ombretto che stiamo indossando.

Come applicarlo?

-    quello in polvere: con un pennello per fard morbido, prelevate un po’ di prodotto e prima di applicarlo sugli zigomi sbattetelo sulla confezione e soffiate per eliminare gli eccessi; se vi risulta chiaro potete sempre fare una seconda passata, attenzione però a non esagerare; l’importante è sfumarlo per bene verso l’esterno del viso con movimenti circolari;
-    quello in crema: prelevate il prodotto con i polpastrelli e picchiettatelo sulle guance sfumando per bene anche in questo caso.

Lo sapevi che? Per facilitare la stesura del fard il segreto è sorridere durante l’applicazione!
sabato 23 marzo 2013

Massaggio californiano


Image and video hosting by TinyPic

Un massaggio di puro piacere: ecco la filosofia del massaggio californiano, il più sensuale di tutti, il re dei massaggi.  Si pratica sulla pelle nuda o coperta da indumenti intimi; il massaggiatore utilizzerà un olio profumato e rilassante che renderà i suoi gesti più scorrevoli e piacevoli. La tecnica consiste nell’avvolgere e modellare tutto il corpo, alternando movimenti fluidi, leggeri o profondi; sono dei movimenti lenti ed ampi che sfiorano e poi fanno pressione sui muscoli, stimolando così anche la circolazione. Questo massaggio è l'ideale per chi necessita di un momento di totale relax, per chi vuole liberare la mente dai pensieri, abbandonarsi e ritrovare l’armonia del proprio corpo. Stimolando dolcemente le numerose terminazioni nervose dell’organismo, stabilizza anche l’equilibrio nervoso. Migliora la percezione del corpo, il risveglio dei sensi, favorisce l’appagamento ed il benessere generale.
venerdì 22 marzo 2013

Come sbiancare i denti in modo naturale?

Image and video hosting by TinyPic

Quanto vorrei avere i denti bianchissimi ed invidio fortemente chi possiede questo dono! Dopo vari tentativi atti a risolvere quantomeno il problema dell’ingiallimento dei denti, mi son detta: perché non provare alcuni rimedi naturali, che sono meno nocivi dei vari dentifrici che vendono nei supermercati, e meno costosi del trattamento sbiancante dal dentista?
Basta del semplice bicarbonato di sodio da aggiungere al dentifricio o da usare solo, e spazzolare bene i denti, oppure una foglia di salvia oppure ancora del succo di limone; ma negli ultimi giorni son venuta a conoscenza di questa semplicissima ricetta che mi ha illuminata: una fragola ed un cucchiaino di bicarbonato; basta schiacciare un fragola e aggiungere il bicarbonato, mescolare e passare l’impasto con un dito o con lo spazzolino su tutti i denti, come se fosse un dentifricio, e lasciare agire per 5 minuti; in questo modo avrete i denti sbiancati e la vostra bocca profumerà di fragole!

Lo sapevi che? La fragola, oltre ad essere un frutto dolce e gustoso, è ricca di vitamine ed ha anche un potere sbiancante grazie all’ acido malico.

Attenzione a  non esagerare perché questi rimedi vanno bene per delle occasioni particolari, quindi rare volte, altrimenti non solo rovinerete lo smalto dei vostri denti, ma vi diventeranno sempre più sensibili e credetemi è una sensazione insopportabile!
 ----------------

Non sono una dottoressa... do solo consigli di bellezza che dovete prendere con le pinze perché quello che dico non è universale, le mie ricette fai da te le ho provate sulla mia pelle ma non è detto che vadano bene per tutti... io non so nulla di voi, se avete intolleranze, allergie o quant'altro, quindi non ho nessuna responsabilità in merito.
giovedì 21 marzo 2013

Come prolungare la vita di un mascara?


Innanzitutto quando acquistiamo un nuovo mascara dobbiamo essere certe che nessuno lo abbia già aperto altrimenti il prodotto all’interno sarà già secco, quindi assicuriamoci che la confezione sia integra, e credetemi, soprattutto agli stand della essence, è una cosa molto rara!
Evitate di conservarlo in un ambiente troppo umido o secco per evitare che si rovini.
Al momento dell’applicazione NON spingete su e giù lo scovolino dentro il tubetto, altrimenti entrerà aria all’interno ed il prodotto si seccherà più velocemente e naturalmente si formeranno grumi; piuttosto limitiamoci a ruotare lo scovolino all’interno della confezione stessa.
Comunque dopo qualche mese il vostro mascara si seccherà, ma se non volete acquistarne uno nuovo subito oppure quello che avete vi piace troppo potete sfruttarlo di più semplicemente aggiungendo 2 gocce di olio di ricino nel mascara, che tra l’altro rinforza le ciglia; è inutile aggiungere acqua per diluirlo perché lo seccherebbe ancora più velocemente.
Poi so che sembrerà una cosa banale, ma è importante richiudere bene la confezione dopo l’uso ;)
mercoledì 20 marzo 2013

Come far durare a lungo il rossetto?


Innanzitutto prima di stendere il rossetto, soprattutto durante l’inverno, è necessario effettuare uno scrub o gommage alle labbra, in modo da eliminare le antiestetiche pellicine e screpolature; bisogna anche idratale quotidianamente con un buon burrocacao; il risultato sarà sicuramente più omogeneo. Per evitare poi di dover ritoccare continuamente il make up, in particolare il rossetto, oggi vi spiego come fare:

-    Applicate una base per rossetto su tutte le labbra in maniera uniforme
-    Usate  una matita color carne per delineare il bordo esterno
-    Scegliete poi una matita di un colore simile a quello del rossetto per delineare il contorno delle labbra
-    Stendete quindi uno strato di rossetto
-    Usate un pennellino labbra per un’applicazione più precisa, soprattutto agli angoli della bocca
-    Rimuovete l’eccesso con un fazzoletto di carta
-    Riapplicate il rossetto

Se non avete una base per labbra andrà benissimo anche la stessa matita labbra del colore simile al rossetto oppure un po’ di fondotinta; per fissarlo invece può andar bene anche una cipria translucida. Io preferirei non mettere tutti questi cosmetici sulle labbra, al massimo si può fare quando applichiamo un rossetto rosso o comunque un colore forte e acceso, nelle occasioni particolari, ma non tutti i giorni.

I rossetti che durano più a lungo ovviamente sono quelli formulati apposta per durare ore ed ore, oppure per chi ancora non ha dimestichezza con l’applicazione del rossetto può acquistare le varie tinte per labbra, molto più semplici da utilizzare.

Lo sapevi che? Per le donne non più giovanissime e con qualche ruga ci sono delle matite labbra trasparenti che se stese sul contorno delle labbra impediscono al rossetto di colare e finire quindi nelle rughette.
venerdì 15 marzo 2013

Come pulire i pennelli make up?



La pulizia dei nostri pennelli da trucco è fondamentale per evitare che germi e batteri finiscano sul nostro viso causando l’insorgenza di brufoli ed irritazioni. Basta lavarli ogni 10-15 giorni con dei prodotti specifici oppure con sapone neutro, shampoo, balsamo, o ancora ammorbidente, latte detergente (insomma scegliete voi!), anche perchè ragazze mie dopo un pò puzzano da morire!
In una bacinella con acqua tiepida (né calda né fredda), immergete solo le setole per non scollare il pennello; prendete un po’ di sapone liquido (non esagerate con la quantità, ne basta veramente poco) e delicatamente massaggiatele sempre nella loro direzione, non a casaccio. Sciacquateli per bene uno ad uno a testa in giù sempre con acqua tiepida, in modo che non restino tracce di sapone, strizzateli un po’, passateli sul palmo della mano con movimenti circolari per pulire il fondo, e lasciateli asciugare in modo naturale, quindi non con il phon, poggiandoli  su un’asciugamano (o se preferite asciugarli in pochissimo tempo usate sì il phon, ma a temperatura e velocità medio/bassa).
Se poi siete così pazienti da volerli lavare quotidianamente basta usare delle salviettine struccanti.
Per disinfettarli potete inumidire un fazzoletto di carta con dell’acqua ossigenata e passare i pennelli senza strofinare troppo (questo passaggio è importante soprattutto se i pennelli li usa qualcun altro tipo vostra madre o un’amica)
Così tuoi pennelli saranno come nuovi!
giovedì 14 marzo 2013

l uso del balsamo


Come usare correttamente il balsamo

Image and video hosting by TinyPic 

Il balsamo è fondamentale per la cura dei nostri capelli poiché li rende più morbidi e idratati, li protegge dalle aggressioni esterne quali ad esempio il calore del phon, lo smog, il vento, il sole, previene la formazione di doppie punte, ci aiuta a sciogliere i nodi e quindi li rende facilmente pettinabili.

Il solo lavaggio con lo shampoo non basta, quindi dopo questo step bisogna applicare il balsamo (la quantità varia a seconda della lunghezza dei vostri capelli, ma non esagerate!), distribuirlo per bene con un pettine a denti larghi e lasciarlo agire per 2-3 minuti (non serve di più), poi ovviamente bisogna risciacquare abbondantemente per lavarne via ogni traccia, meglio se con acqua fredda.

Consiglio: se avete i capelli troppo sottili come i miei evitate di applicarlo sulle radici altrimenti rischiate di appesantirli troppo.

Ma quale scegliere? Sul mercato ce ne sono davvero tanti e personalmente li ho provati quasi tutti (ultimamente ci sono anche quelli in formato spray senza risciacquo, pratici e veloci da usare), e quello che posso dirvi è di essere sincere con voi stesse: è inutile comprare un balsamo o qualsiasi altro prodotto per capelli lisci se li avete ondulati come i miei nella speranza che possano per miracolo diventare come li vorreste (lisci nel mio caso)! Scegliete quindi in primis quello giusto per il vostro tipo di capelli e poi cercate sempre di cambiarlo e non fossilizzarvi sempre su un prodotto perché come la nostra dieta mediterranea ci impone di variare con gli alimenti così anche la nostra pelle ed i nostri capelli ogni tanto hanno bisogno di “qualcosa di nuovo”! Inoltre vi dico che è abbastanza inutile andare alla ricerca delle marche più importanti, peggio ancora seguendo le pubblicità: se un prodotto costa molto non significa per forza che è buono! Volete un esempio? I prodotti della Pantene per quanto mi riguarda sono tremendi, super aggressivi e pieni di siliconi, a me facevano venire addirittura la forfora, e non vi dico il prurito!!! Li ho usati per anni senza capire il danno che stavo facendo ai miei capelli: ora ci ho messo una bella X sopra!

Altra cosa importante: diffidate dagli shampoo e balsamo 2 in 1, è importante utilizzare 1 shampoo ed 1 balsamo ben separati tra loro perchè svolgono due azioni differenti: lo shampoo toglie il sebo e lava per bene la nostra cute, il balsamo invece svolge un’azione normalizzante e restituiva del grasso naturale (giusto quello che ci serve per togliere l’elettricità dai capelli e renderli brillanti)
mercoledì 13 marzo 2013

Primo giveaway

Buongiorno ragazzeee <3 come va? , 

Da oggi parte il mio primo giveaway in collaborazione con il blog di lalila

Regolamento:
Per partecipare è semplicissimo basta unirvi ai miei follower,
Potete commentare questo piu volte ,
Appena arrivo a 100 follower il giveaway si chiuderà e sceglierò la vincitrice.

Il premio e questa bellissima immagine creata da Lalila


martedì 12 marzo 2013

Come far crescere più rapidamente i nostri capelli?

Image and video hosting by TinyPic 



E’ davvero possibile? In genere, è difficile raggiungere una crescita esagerata senza ricorrere alle extension! Tuttavia, possiamo raggiungere un risultato visibile prendendoci cura dei nostri capelli e ricorrendo ad alcune astuzie!
I capelli hanno una durata di vita limitata. Nel corso dell’esistenza si rinnovano continuamente, proprio come i peli.  
Ecco il ciclo di vita di un capello:
Image and video hosting by TinyPic
  • La FASE ANAGEN (di crescita) ha una durata variabile dai 2 ai 7 anni con grandi differenze tra uomo e donna (nell’uomo arriva ai 4 anni, nella donna fino ai 7). Nei follicoli, le cellule agiscono per formare progressivamente il capello che cresce di circa 1 cm al mese nell’uomo e di 1 cm e mezzo nella donna. La crescita dei capelli è variabile da soggetto a soggetto.
  • La FASE CATAGEN (di riposo) è determinata dal progressivo arresto delle funzioni attive del pelo e ha una durata media di due settimane, il bulbo risale fino alla superficie cutanea e si prepara alla fase successiva.
  • La FASE TELOGEN (di caduta) dura in genere 3-4 mesi. In questo lasso di tempo il capello cade perché il bulbo ha sospeso da tempo l’attività di crescita. Successivamente il follicolo entra nuovamente in fase Anagen.

E allora per chi ama avere i capelli lunghi ecco alcuni consigli:

- Scegli uno shampoo adatto al tuo tipo di capelli e alternalo con un altro delicato (diffida dagli shampoo miracolosi)
- Mescola 5-7 gocce di oli essenziali di rosmarino allo shampoo delicato per rafforzare i capelli e stimolare la loro crescita; in caso di doppie punte, cerca di variare: argan, cocco, mandorla dolce, semi d'uva, oliva, germe di grano, ecc.
- Non limitarti alle maschere nutrienti per le punte secche, per avere dei capelli lunghi e belli dovrai curarli in tutta la loro lunghezza
- Se hai intenzione di cambiar colore allora scegli una tinta naturale
- Assicurati di seguire una giusta alimentazione in modo da assumere vitamine e sali minerali a sufficienza, oppure prendi degli integratori multivitaminici (senza esagerare)
- Prendi l’abitudine di massaggiarti il cuoio capelluto per stimolare la circolazione sanguigna, favorendo quindi la sua ossigenazione
- Non spazzolarli troppo
-  Evita di avvicinare troppo il phon alla testa quando asciughi i capelli e riduci al minimo indispensabile l’uso della piastra, poiché anche se usi spray e oli protettivi, il caldo eccessivo secca e danneggia i capelli e rallenta di molto la crescita
- Non usare troppo spesso accessori come cerchietti, elastici, pinze, fasce, fermagli, e soprattutto sceglili accuratamente per evitare di spezzare e quindi indebolire i capelli, stessa cosa per i cappelli, cuffie, berretti
-  Conosci la leggenda della luna piena? è il classico rimedio della nonna più conosciuto: se ti tagli i capelli nei giorni di luna piena, poi ricresceranno due volte più velocemente
- Taglia le doppie punte regolarmente (è uno step fondamentale per farli crescere sani e belli).

matita


Come far durare a lungo la matita all’interno dell’occhio ed evitare che sbavi?


Che cosa odiosa uscire di casa col trucco perfetto e tornare con la matita sbavata e trasferita tutta sotto gli occhi! Premettendo che ho acquistato svariate matite khol o kajal, anche waterproof, ma nessuna mi tiene per più di qualche ora; credo che la colpa sia della mia lacrimazione facile, ma da poco ho scoperto una regola generale del make up e cioè che TUTTI I PRODOTTI IN CREMA VANNO FISSATI CON UN PRODOTTO IN POLVERE, quindi questo vale non solo per i fondotinta ad esempio ma anche per le matite occhi!


Allora una volta che applichiamo la nostra matita nera all’interno dell’occhio, dobbiamo fissarla con un ombretto nero (assolutamente non glitterato!) picchiettandolo sopra la matita con un pennello possibilmente angolato; mi raccomando prendete la giusta quantità di ombretto ed applicatelo un po’ per volta altrimenti potrebbe andare a finire dentro l’occhio!
Risultato garantito!
lunedì 11 marzo 2013

Rimedi per la caduta dei capelli

Image and video hosting by TinyPic

La perdita di capelli è una cosa normale, fisiologica. Ogni capello ha un suo ciclo di vita: nasce (fase anagen), cresce (catagen), muore (telogen), e viene sostituito da un altro capello. In condizioni di normalità possono cadere in media dai 30 ai 100 capelli al giorno e questo accade soprattutto in autunno, ma la caduta dei capelli può anche essere una causata dallo stress, dall’iperattività, da una dieta drastica,  dall’assunzione di alcuni farmaci, da carenza di ferro e tanto altro (le cause dipendono molto da soggetto a soggetto, dallo stile di vita, da fattori ambientali, ecc.)
La prima cosa da fare è non allarmarsi ed ovviamente consultare uno specialista , se è davvero il caso… altrimenti potete sia acquistare degli integratori (vi consiglio le bioscalin che in questo periodo vengono pubblicizzate molto) e sia applicare delle fiale o lozioni che migliorano la capacità riproduttiva delle cellule della matrice del capello, che lo rafforzano; massaggiate i capelli mentre li lavate esercitando una lieve pressione con le dita per riattivare il microcircolo e, se li avete troppo grassi, lavateli spesso (è vero che troppi lavaggi seccano i capelli, ma non ne incentivano la caduta).
E tagliarli può servire a rinforzarli? No, questa è solo una falsa credenza; certo migliora l’aspetto estetico della nostra chioma, ma chi vuole i capelli sempre lunghi (come me!!!) non deve assolutamente privarsene.
domenica 10 marzo 2013

Rimedi per le smagliature

Image and video hosting by TinyPic

 La premessa è fondamentale: le smagliature non vanno assolutamente via, non c’è modo, sono come delle cicatrici! Al massimo possiamo trovare dei rimedi per assottigliarle o per prevenirle:

Il miglior metodo per prevenire le smagliature è quello di idratare quotidianamente la pelle, bere molta acqua che ci aiuta a migliorare la sua elasticità, ed evitare le diete drastiche fai da te che sono la causa del famoso effetto yo-yo, che poi è quasi sempre quello responsabile della comparsa di queste tanto odiate smagliature.

Esistono poi tanti rimedi naturali per attenuarle, quali ad esempio l’applicazione di poche gocce di oli essenziali (di lavanda, di mandorle dolci, di germe di grano, di borragine, di oliva, di ricino, di avocado, di rosa mosqueta, di argan che svolgono un’azione elasticizzante), gel d’aloe vera (che ha un’azione nutritiva e contribuisce ad assottigliare i segni sulla pelle) o uno scrub all’albicocca, o ancora burro di cacao.

Oppure possiamo usare creme a base di elastina, collagene, vitamine, ecc che troviamo in erboristeria o in farmacia (io personalmente mi trovo bene con la crema RILASTIL, ma costa davvero tanto!)
L’importante è avere molta costanza, cioè non ripetere le applicazioni un giorno si e due no, ma tutti i giorni, anche più volte al giorno se necessario, e massaggiare bene le zone dove sono presenti le smagliature.

Lo sapevi che? Se hai le smagliature rosse fai ancora in tempo a “curarle” , se invece le hai bianche purtroppo non c’è granchè da fare, perché si tratta di smagliature vecchie, ormai cicatrizzate.
sabato 9 marzo 2013

primer come si usa?


Cos'è il primer e a cosa serve?



Il primer è una base da stendere dopo l’applicazione e asciugatura della crema viso; la sua funzione principale è quella di far durare più a lungo il trucco (grazie all’effetto barriera che crea tra il make up e il sebo della pelle) e rendere la pelle più liscia, compatta e uniforme, in modo da non far penetrare i prodotti nelle linee d’espressione; ne esistono davvero vari tipi in commercio:
  • opacizzanti e/o oil free per chi ha la pelle grassa/mista
  • illuminanti, per rendere la pelle più luminosa
  • colorati (ad esempio quelli verdi servono per minimizzare rossori e couperose, quelli rosa servono a chi ha un colorito spento, ecc.)
  • per viso, che, nella maggior parte dei casi ha la consistenza di un gel trasparente e serve a facilitare l’applicazione del fondotinta e a farlo durare tutta la giornata
  • specifico per occhi, un prodotto in crema che serve ad uniformare la superficie di tutta la palpebra,  fissare e mantenere l’ombretto o pigmento intatti per ore, ed in alcuni casi ne rende più vivo il colore (per questo ne esistono di varie tonalità)
  • specifico per labbra, che serve a far durare più a lungo il rossetto
Nota negativa: la maggior parte dei primer  contiene silicone, che è la causa principale della comparsa di punti neri e brufoli, poiché “soffoca” la pelle

Come applicarlo? Con le dita molto semplicemente, prendendone una piccola quantità e massaggiandolo su tutto il viso uniformemente oppure su particolari zone critiche; è inutile secondo me usare la spugnetta o un pennello; dopo averlo steso ricordatevi di farlo asciugare per bene.

Quando usarlo? Il meno possibile…io ad esempio il primer viso lo utilizzo solo per alcune ricorrenze oppure quando ho davvero il bisogno che il trucco rimanga intatto un’intera giornata; certamente ad utilizzarlo più spesso dovrebbero essere le donne non più giovanissime che cominciano ad avere le prime rughe, e le donne mature; il primer occhi lo applico solo se non utilizzo prodotti waterproof; quello labbra invece non l’ho proprio acquistato perché oramai vendono rossetti a lunga tenuta e tinte per labbra.

Cosa potremmo usare al posto del primer? Per me è fondamentale la cura del viso, quindi per chi ha dei problemi particolari il mio consiglio è quello di non correggerli con il make up, ma partire dalla radice del problema, la nostra pelle! Applicando una crema viso adatta alle nostre esigenze, un fondotinta di alta qualità ed una buona cipria opacizzante, non vi garantisco che il trucco vi durerà tutto il giorno, perché dipende molto dai prodotti che si acquistano, ma dalle 4 alle 6 ore secondo me si può star tranquille, magari portando con noi tutto il necessario per ritoccare il make up nel caso servisse! 

qualche domanda ? scrivete pure
venerdì 8 marzo 2013

Canali del make-up che seguo su youtube

Buongiorno ragazze oggi voglio parlarvi e consigliarvi qualche canale di make-up che seguo quasi sempre

In questo post voglio semplicemente elencarvi i miei canali YouTube preferiti per quanto riguarda il make-up!


Ecco a voi la mia top list! Non è molto lunga ma vi dico i miei preferiti .iniziamo:

Make-up:

glittermakeup83:


Diciamo che lei la seguo un po di piu rispetto alle altre perche è precisa nella spiegazione e ha piu o meno i stessi gusti miei per quanto riguarda il make-up. Andate a dare un occhiata e non ve ne pentirete ora vi lascio i link.

Youtube:youtube


passionmakeup89


Anche lei seguo spesso e devo dire che non è la solita youtubers che se la tira ( perche youtubers che se la tirano ce ne sono parecchie ihihihi ) ; Mi piace molto come si trucca , ed è sempre un piacere guardare i suoi video perche mi schiatto dalle risate ogni volta , fa troppo ridere e simpaticissima ed anche brava per seguirla basta andare su

Youtube:youtube


il mio make up


E' da poco che lei è su youtube quindi non posso giudicarla al 100% ma dai video che ho visto fin ad ora sono rimasta soddisfatta perche spiega molto bene . Ma prima di vederla su youtube ho letto il suo e-book "svelati i segreti del make-up artist" e leggendolo ho corretto parecchi errori che facevo quando mi truccavo VE LO CONSIGLIO ORA VI LASCIO IL LINK PER VEDERLO http://www.ilmiomakeup.it/trucco-occhi-e-labbra-ebook.html

YOUTUBE:YOUTUBE





ECCO I MIEI CANALI PREFERITI PER QUANTO RIGUARDA IL MAKE-UP

E VOI QUALI CANALI SEGUITE?
sabato 2 marzo 2013

Matita nera (come quando e perche!!!)


Come si usa la matita per gli occhi:


Per dare intensità allo sguardo la matita è sicuramente il prodotto da trucco migliore: disegnando gli occhi e definendo lo sguardo, si rende il viso più intenso e misterioso. Vi spieghiamo le tecniche e la scelta del colore più adatti per un risultato migliore.

I diversi tipi:

Tra tutti i prodotti per il trucco, la matita colorata è quella che 

contiene la più alta percentuale di pigmenti colorati perché la sua funzione è quella di lasciare sulla palpebra un colore intenso o omogeneo, sfumato o no, in base all’effetto finale che si vuole ottenere. Esistono diversi tipi di matite:
  • Con mina dura che servono a tracciare un tratto deciso sulla palpebra superiore;
  • Con mina morbida per colorare la riga palpebrale inferiore senza irritazione, oppure per ottenere un effetto ombretto sulla palpebra superiore;
  • Con mina waterproof più resistenti all’acqua e alle lacrime;
  • Con mina retraibile che, grazie alla mina sottile, permettono un tratto preciso simile all’eye liner.

La scelta del colore:


I colori più usati delle matite sono o il nero o il marrone, facilmente adattabile a qualsiasi colore di ombretto. La matita nera è meglio usarla sulla palpebra superiore per rendere l’occhio più importante e far sembrare le ciglia più folte; se usata all’interno della rima palpebrale tende a rimpicciolire l’occhio. I colori decisi come verde, viola e blu vanno usati sulla palpebra nuda o con un ombretto chiaro. Se l’ombretto è acceso, è meglio delineare l’occhio con una matita della stessa tonalità oppure con una matita nera. La matita bianca va usata sulla rima palpebrale inferiore per dare luce allo sguardo.

La tecnica:


La matita può essere applicata sulla palpebra superiore, all’interno della rima palpebrale o sotto l’occhio.
  • Sopra: per tracciare la linea partire dall’angolo interno dell’occhio, e, restando vicino alle ciglia, tracciare il segno fino alla fine della palpebra. Ripartire poi dall’ultimo mezzo centimetro di palpebra e tracciare una linea vicina alla precedente facendola uscire di pochi millimetri dalla fine della palpebra stessa. Invece se si vuole tracciare una linea precisa bisogna disegnare con la matita appuntita tanti piccoli punti sulla palpebra uno vicino all’altro, poi unirli fino ad ottenere un tratto continuo. Per un trucco naturale sfumare il tratto di matita con lo sfumino in gomma o con un pennellino piatto.
  • Sotto: la matita deve essere appuntita per delineare una linea sottile e non appesantire lo sguardo. Tracciare tanti piccoli puntini intensificando i tratti verso la fine dell’occhio per ottenere una linea, che va sfumata con un pennellino piatto per non avere un tratto troppo netto.
  • Dentro: per riempire di colore la rima palpebrale inferiore basta passare più volte la matita avendo cura che non sia appuntita.






Novità: ecco un video creato da me :) Mi raccomando iscrivetevi al mio canale --->clicca

(La matita che ho usato è quella di kiko ve l'ho gia recensita qualche settimana fa; per vedere la recensione clicca qui---> kiko) 

Comprare bijoux e diventanto ancora piu bello su DIVASHOP

Comprare bijoux e diventat ancora piu bello acquista su diva shop bijoux http://www.facebook.com/divashop.bijoux
se dicederai di fare un ordine dici che ti mando io e avrai uno sconto speciale solo per te !!!

martedì 26 marzo 2013


Scegli le spazzole giuste per te!


-         per sistemare i capelli quotidianamente usa una spazzola ovale con setole naturali 
Image and video hosting by TinyPic

-         per districare i capelli umidi potete utilizzare una spazzola larga o meglio ancora utilizzare un pettine in legno a denti larghi e lunghi (ideale quest’ultimo non solo per sciogliere bene i nodi, ma anche quando si vuole applicare per bene il balsamo o la maschera per capelli)

Image and video hosting by TinyPic
  
-         per stirare i capelli usa una spazzola tonda (ma per chi ha i capelli lisci o leggermente mossi va bene anche la spazzola larga piatta)

Image and video hosting by TinyPic
 
-         per arricciare i capelli una spazzola tonda grande o piccola a seconda se li volete ricci ricci oppure abboccolati
Image and video hosting by TinyPic

Lo sapevi che? E’ meglio acquistare spazzole e pettini in legno o comunque che hanno setole naturali, poiché i pettini in plastica elettrizzano i capelli e li spezzano, e quelli in metallo stressano il cuoio capelluto.

Sito dove poterli acquistare? TEK 

lunedì 25 marzo 2013


Come applicare il fard?


 Il fard (o blush) serve per dare un tocco finale al make up e dare un po’ di colore alle nostre guance;
 la nuance deve essere scelta in base al colore della nostra pelle: se come me avete una pelle chiara ad esempio potete optare per un rosa/pesca, anche se sarebbe meglio scegliere un colore che si sposi bene con il rossetto e/o ombretto che stiamo indossando.

Come applicarlo?

-    quello in polvere: con un pennello per fard morbido, prelevate un po’ di prodotto e prima di applicarlo sugli zigomi sbattetelo sulla confezione e soffiate per eliminare gli eccessi; se vi risulta chiaro potete sempre fare una seconda passata, attenzione però a non esagerare; l’importante è sfumarlo per bene verso l’esterno del viso con movimenti circolari;
-    quello in crema: prelevate il prodotto con i polpastrelli e picchiettatelo sulle guance sfumando per bene anche in questo caso.

Lo sapevi che? Per facilitare la stesura del fard il segreto è sorridere durante l’applicazione!

sabato 23 marzo 2013


Massaggio californiano


Image and video hosting by TinyPic

Un massaggio di puro piacere: ecco la filosofia del massaggio californiano, il più sensuale di tutti, il re dei massaggi.  Si pratica sulla pelle nuda o coperta da indumenti intimi; il massaggiatore utilizzerà un olio profumato e rilassante che renderà i suoi gesti più scorrevoli e piacevoli. La tecnica consiste nell’avvolgere e modellare tutto il corpo, alternando movimenti fluidi, leggeri o profondi; sono dei movimenti lenti ed ampi che sfiorano e poi fanno pressione sui muscoli, stimolando così anche la circolazione. Questo massaggio è l'ideale per chi necessita di un momento di totale relax, per chi vuole liberare la mente dai pensieri, abbandonarsi e ritrovare l’armonia del proprio corpo. Stimolando dolcemente le numerose terminazioni nervose dell’organismo, stabilizza anche l’equilibrio nervoso. Migliora la percezione del corpo, il risveglio dei sensi, favorisce l’appagamento ed il benessere generale.

venerdì 22 marzo 2013


Come sbiancare i denti in modo naturale?

Image and video hosting by TinyPic

Quanto vorrei avere i denti bianchissimi ed invidio fortemente chi possiede questo dono! Dopo vari tentativi atti a risolvere quantomeno il problema dell’ingiallimento dei denti, mi son detta: perché non provare alcuni rimedi naturali, che sono meno nocivi dei vari dentifrici che vendono nei supermercati, e meno costosi del trattamento sbiancante dal dentista?
Basta del semplice bicarbonato di sodio da aggiungere al dentifricio o da usare solo, e spazzolare bene i denti, oppure una foglia di salvia oppure ancora del succo di limone; ma negli ultimi giorni son venuta a conoscenza di questa semplicissima ricetta che mi ha illuminata: una fragola ed un cucchiaino di bicarbonato; basta schiacciare un fragola e aggiungere il bicarbonato, mescolare e passare l’impasto con un dito o con lo spazzolino su tutti i denti, come se fosse un dentifricio, e lasciare agire per 5 minuti; in questo modo avrete i denti sbiancati e la vostra bocca profumerà di fragole!

Lo sapevi che? La fragola, oltre ad essere un frutto dolce e gustoso, è ricca di vitamine ed ha anche un potere sbiancante grazie all’ acido malico.

Attenzione a  non esagerare perché questi rimedi vanno bene per delle occasioni particolari, quindi rare volte, altrimenti non solo rovinerete lo smalto dei vostri denti, ma vi diventeranno sempre più sensibili e credetemi è una sensazione insopportabile!
 ----------------

Non sono una dottoressa... do solo consigli di bellezza che dovete prendere con le pinze perché quello che dico non è universale, le mie ricette fai da te le ho provate sulla mia pelle ma non è detto che vadano bene per tutti... io non so nulla di voi, se avete intolleranze, allergie o quant'altro, quindi non ho nessuna responsabilità in merito.

giovedì 21 marzo 2013


Come prolungare la vita di un mascara?


Innanzitutto quando acquistiamo un nuovo mascara dobbiamo essere certe che nessuno lo abbia già aperto altrimenti il prodotto all’interno sarà già secco, quindi assicuriamoci che la confezione sia integra, e credetemi, soprattutto agli stand della essence, è una cosa molto rara!
Evitate di conservarlo in un ambiente troppo umido o secco per evitare che si rovini.
Al momento dell’applicazione NON spingete su e giù lo scovolino dentro il tubetto, altrimenti entrerà aria all’interno ed il prodotto si seccherà più velocemente e naturalmente si formeranno grumi; piuttosto limitiamoci a ruotare lo scovolino all’interno della confezione stessa.
Comunque dopo qualche mese il vostro mascara si seccherà, ma se non volete acquistarne uno nuovo subito oppure quello che avete vi piace troppo potete sfruttarlo di più semplicemente aggiungendo 2 gocce di olio di ricino nel mascara, che tra l’altro rinforza le ciglia; è inutile aggiungere acqua per diluirlo perché lo seccherebbe ancora più velocemente.
Poi so che sembrerà una cosa banale, ma è importante richiudere bene la confezione dopo l’uso ;)

mercoledì 20 marzo 2013


Come far durare a lungo il rossetto?


Innanzitutto prima di stendere il rossetto, soprattutto durante l’inverno, è necessario effettuare uno scrub o gommage alle labbra, in modo da eliminare le antiestetiche pellicine e screpolature; bisogna anche idratale quotidianamente con un buon burrocacao; il risultato sarà sicuramente più omogeneo. Per evitare poi di dover ritoccare continuamente il make up, in particolare il rossetto, oggi vi spiego come fare:

-    Applicate una base per rossetto su tutte le labbra in maniera uniforme
-    Usate  una matita color carne per delineare il bordo esterno
-    Scegliete poi una matita di un colore simile a quello del rossetto per delineare il contorno delle labbra
-    Stendete quindi uno strato di rossetto
-    Usate un pennellino labbra per un’applicazione più precisa, soprattutto agli angoli della bocca
-    Rimuovete l’eccesso con un fazzoletto di carta
-    Riapplicate il rossetto

Se non avete una base per labbra andrà benissimo anche la stessa matita labbra del colore simile al rossetto oppure un po’ di fondotinta; per fissarlo invece può andar bene anche una cipria translucida. Io preferirei non mettere tutti questi cosmetici sulle labbra, al massimo si può fare quando applichiamo un rossetto rosso o comunque un colore forte e acceso, nelle occasioni particolari, ma non tutti i giorni.

I rossetti che durano più a lungo ovviamente sono quelli formulati apposta per durare ore ed ore, oppure per chi ancora non ha dimestichezza con l’applicazione del rossetto può acquistare le varie tinte per labbra, molto più semplici da utilizzare.

Lo sapevi che? Per le donne non più giovanissime e con qualche ruga ci sono delle matite labbra trasparenti che se stese sul contorno delle labbra impediscono al rossetto di colare e finire quindi nelle rughette.

venerdì 15 marzo 2013


Come pulire i pennelli make up?



La pulizia dei nostri pennelli da trucco è fondamentale per evitare che germi e batteri finiscano sul nostro viso causando l’insorgenza di brufoli ed irritazioni. Basta lavarli ogni 10-15 giorni con dei prodotti specifici oppure con sapone neutro, shampoo, balsamo, o ancora ammorbidente, latte detergente (insomma scegliete voi!), anche perchè ragazze mie dopo un pò puzzano da morire!
In una bacinella con acqua tiepida (né calda né fredda), immergete solo le setole per non scollare il pennello; prendete un po’ di sapone liquido (non esagerate con la quantità, ne basta veramente poco) e delicatamente massaggiatele sempre nella loro direzione, non a casaccio. Sciacquateli per bene uno ad uno a testa in giù sempre con acqua tiepida, in modo che non restino tracce di sapone, strizzateli un po’, passateli sul palmo della mano con movimenti circolari per pulire il fondo, e lasciateli asciugare in modo naturale, quindi non con il phon, poggiandoli  su un’asciugamano (o se preferite asciugarli in pochissimo tempo usate sì il phon, ma a temperatura e velocità medio/bassa).
Se poi siete così pazienti da volerli lavare quotidianamente basta usare delle salviettine struccanti.
Per disinfettarli potete inumidire un fazzoletto di carta con dell’acqua ossigenata e passare i pennelli senza strofinare troppo (questo passaggio è importante soprattutto se i pennelli li usa qualcun altro tipo vostra madre o un’amica)
Così tuoi pennelli saranno come nuovi!

giovedì 14 marzo 2013

l uso del balsamo


Come usare correttamente il balsamo

Image and video hosting by TinyPic 

Il balsamo è fondamentale per la cura dei nostri capelli poiché li rende più morbidi e idratati, li protegge dalle aggressioni esterne quali ad esempio il calore del phon, lo smog, il vento, il sole, previene la formazione di doppie punte, ci aiuta a sciogliere i nodi e quindi li rende facilmente pettinabili.

Il solo lavaggio con lo shampoo non basta, quindi dopo questo step bisogna applicare il balsamo (la quantità varia a seconda della lunghezza dei vostri capelli, ma non esagerate!), distribuirlo per bene con un pettine a denti larghi e lasciarlo agire per 2-3 minuti (non serve di più), poi ovviamente bisogna risciacquare abbondantemente per lavarne via ogni traccia, meglio se con acqua fredda.

Consiglio: se avete i capelli troppo sottili come i miei evitate di applicarlo sulle radici altrimenti rischiate di appesantirli troppo.

Ma quale scegliere? Sul mercato ce ne sono davvero tanti e personalmente li ho provati quasi tutti (ultimamente ci sono anche quelli in formato spray senza risciacquo, pratici e veloci da usare), e quello che posso dirvi è di essere sincere con voi stesse: è inutile comprare un balsamo o qualsiasi altro prodotto per capelli lisci se li avete ondulati come i miei nella speranza che possano per miracolo diventare come li vorreste (lisci nel mio caso)! Scegliete quindi in primis quello giusto per il vostro tipo di capelli e poi cercate sempre di cambiarlo e non fossilizzarvi sempre su un prodotto perché come la nostra dieta mediterranea ci impone di variare con gli alimenti così anche la nostra pelle ed i nostri capelli ogni tanto hanno bisogno di “qualcosa di nuovo”! Inoltre vi dico che è abbastanza inutile andare alla ricerca delle marche più importanti, peggio ancora seguendo le pubblicità: se un prodotto costa molto non significa per forza che è buono! Volete un esempio? I prodotti della Pantene per quanto mi riguarda sono tremendi, super aggressivi e pieni di siliconi, a me facevano venire addirittura la forfora, e non vi dico il prurito!!! Li ho usati per anni senza capire il danno che stavo facendo ai miei capelli: ora ci ho messo una bella X sopra!

Altra cosa importante: diffidate dagli shampoo e balsamo 2 in 1, è importante utilizzare 1 shampoo ed 1 balsamo ben separati tra loro perchè svolgono due azioni differenti: lo shampoo toglie il sebo e lava per bene la nostra cute, il balsamo invece svolge un’azione normalizzante e restituiva del grasso naturale (giusto quello che ci serve per togliere l’elettricità dai capelli e renderli brillanti)

mercoledì 13 marzo 2013

Primo giveaway

Buongiorno ragazzeee <3 come va? , 

Da oggi parte il mio primo giveaway in collaborazione con il blog di lalila

Regolamento:
Per partecipare è semplicissimo basta unirvi ai miei follower,
Potete commentare questo piu volte ,
Appena arrivo a 100 follower il giveaway si chiuderà e sceglierò la vincitrice.

Il premio e questa bellissima immagine creata da Lalila


martedì 12 marzo 2013


Come far crescere più rapidamente i nostri capelli?

Image and video hosting by TinyPic 



E’ davvero possibile? In genere, è difficile raggiungere una crescita esagerata senza ricorrere alle extension! Tuttavia, possiamo raggiungere un risultato visibile prendendoci cura dei nostri capelli e ricorrendo ad alcune astuzie!
I capelli hanno una durata di vita limitata. Nel corso dell’esistenza si rinnovano continuamente, proprio come i peli.  
Ecco il ciclo di vita di un capello:
Image and video hosting by TinyPic
  • La FASE ANAGEN (di crescita) ha una durata variabile dai 2 ai 7 anni con grandi differenze tra uomo e donna (nell’uomo arriva ai 4 anni, nella donna fino ai 7). Nei follicoli, le cellule agiscono per formare progressivamente il capello che cresce di circa 1 cm al mese nell’uomo e di 1 cm e mezzo nella donna. La crescita dei capelli è variabile da soggetto a soggetto.
  • La FASE CATAGEN (di riposo) è determinata dal progressivo arresto delle funzioni attive del pelo e ha una durata media di due settimane, il bulbo risale fino alla superficie cutanea e si prepara alla fase successiva.
  • La FASE TELOGEN (di caduta) dura in genere 3-4 mesi. In questo lasso di tempo il capello cade perché il bulbo ha sospeso da tempo l’attività di crescita. Successivamente il follicolo entra nuovamente in fase Anagen.

E allora per chi ama avere i capelli lunghi ecco alcuni consigli:

- Scegli uno shampoo adatto al tuo tipo di capelli e alternalo con un altro delicato (diffida dagli shampoo miracolosi)
- Mescola 5-7 gocce di oli essenziali di rosmarino allo shampoo delicato per rafforzare i capelli e stimolare la loro crescita; in caso di doppie punte, cerca di variare: argan, cocco, mandorla dolce, semi d'uva, oliva, germe di grano, ecc.
- Non limitarti alle maschere nutrienti per le punte secche, per avere dei capelli lunghi e belli dovrai curarli in tutta la loro lunghezza
- Se hai intenzione di cambiar colore allora scegli una tinta naturale
- Assicurati di seguire una giusta alimentazione in modo da assumere vitamine e sali minerali a sufficienza, oppure prendi degli integratori multivitaminici (senza esagerare)
- Prendi l’abitudine di massaggiarti il cuoio capelluto per stimolare la circolazione sanguigna, favorendo quindi la sua ossigenazione
- Non spazzolarli troppo
-  Evita di avvicinare troppo il phon alla testa quando asciughi i capelli e riduci al minimo indispensabile l’uso della piastra, poiché anche se usi spray e oli protettivi, il caldo eccessivo secca e danneggia i capelli e rallenta di molto la crescita
- Non usare troppo spesso accessori come cerchietti, elastici, pinze, fasce, fermagli, e soprattutto sceglili accuratamente per evitare di spezzare e quindi indebolire i capelli, stessa cosa per i cappelli, cuffie, berretti
-  Conosci la leggenda della luna piena? è il classico rimedio della nonna più conosciuto: se ti tagli i capelli nei giorni di luna piena, poi ricresceranno due volte più velocemente
- Taglia le doppie punte regolarmente (è uno step fondamentale per farli crescere sani e belli).

matita


Come far durare a lungo la matita all’interno dell’occhio ed evitare che sbavi?


Che cosa odiosa uscire di casa col trucco perfetto e tornare con la matita sbavata e trasferita tutta sotto gli occhi! Premettendo che ho acquistato svariate matite khol o kajal, anche waterproof, ma nessuna mi tiene per più di qualche ora; credo che la colpa sia della mia lacrimazione facile, ma da poco ho scoperto una regola generale del make up e cioè che TUTTI I PRODOTTI IN CREMA VANNO FISSATI CON UN PRODOTTO IN POLVERE, quindi questo vale non solo per i fondotinta ad esempio ma anche per le matite occhi!


Allora una volta che applichiamo la nostra matita nera all’interno dell’occhio, dobbiamo fissarla con un ombretto nero (assolutamente non glitterato!) picchiettandolo sopra la matita con un pennello possibilmente angolato; mi raccomando prendete la giusta quantità di ombretto ed applicatelo un po’ per volta altrimenti potrebbe andare a finire dentro l’occhio!
Risultato garantito!

lunedì 11 marzo 2013


Rimedi per la caduta dei capelli

Image and video hosting by TinyPic

La perdita di capelli è una cosa normale, fisiologica. Ogni capello ha un suo ciclo di vita: nasce (fase anagen), cresce (catagen), muore (telogen), e viene sostituito da un altro capello. In condizioni di normalità possono cadere in media dai 30 ai 100 capelli al giorno e questo accade soprattutto in autunno, ma la caduta dei capelli può anche essere una causata dallo stress, dall’iperattività, da una dieta drastica,  dall’assunzione di alcuni farmaci, da carenza di ferro e tanto altro (le cause dipendono molto da soggetto a soggetto, dallo stile di vita, da fattori ambientali, ecc.)
La prima cosa da fare è non allarmarsi ed ovviamente consultare uno specialista , se è davvero il caso… altrimenti potete sia acquistare degli integratori (vi consiglio le bioscalin che in questo periodo vengono pubblicizzate molto) e sia applicare delle fiale o lozioni che migliorano la capacità riproduttiva delle cellule della matrice del capello, che lo rafforzano; massaggiate i capelli mentre li lavate esercitando una lieve pressione con le dita per riattivare il microcircolo e, se li avete troppo grassi, lavateli spesso (è vero che troppi lavaggi seccano i capelli, ma non ne incentivano la caduta).
E tagliarli può servire a rinforzarli? No, questa è solo una falsa credenza; certo migliora l’aspetto estetico della nostra chioma, ma chi vuole i capelli sempre lunghi (come me!!!) non deve assolutamente privarsene.

domenica 10 marzo 2013


Rimedi per le smagliature

Image and video hosting by TinyPic

 La premessa è fondamentale: le smagliature non vanno assolutamente via, non c’è modo, sono come delle cicatrici! Al massimo possiamo trovare dei rimedi per assottigliarle o per prevenirle:

Il miglior metodo per prevenire le smagliature è quello di idratare quotidianamente la pelle, bere molta acqua che ci aiuta a migliorare la sua elasticità, ed evitare le diete drastiche fai da te che sono la causa del famoso effetto yo-yo, che poi è quasi sempre quello responsabile della comparsa di queste tanto odiate smagliature.

Esistono poi tanti rimedi naturali per attenuarle, quali ad esempio l’applicazione di poche gocce di oli essenziali (di lavanda, di mandorle dolci, di germe di grano, di borragine, di oliva, di ricino, di avocado, di rosa mosqueta, di argan che svolgono un’azione elasticizzante), gel d’aloe vera (che ha un’azione nutritiva e contribuisce ad assottigliare i segni sulla pelle) o uno scrub all’albicocca, o ancora burro di cacao.

Oppure possiamo usare creme a base di elastina, collagene, vitamine, ecc che troviamo in erboristeria o in farmacia (io personalmente mi trovo bene con la crema RILASTIL, ma costa davvero tanto!)
L’importante è avere molta costanza, cioè non ripetere le applicazioni un giorno si e due no, ma tutti i giorni, anche più volte al giorno se necessario, e massaggiare bene le zone dove sono presenti le smagliature.

Lo sapevi che? Se hai le smagliature rosse fai ancora in tempo a “curarle” , se invece le hai bianche purtroppo non c’è granchè da fare, perché si tratta di smagliature vecchie, ormai cicatrizzate.

sabato 9 marzo 2013

primer come si usa?


Cos'è il primer e a cosa serve?



Il primer è una base da stendere dopo l’applicazione e asciugatura della crema viso; la sua funzione principale è quella di far durare più a lungo il trucco (grazie all’effetto barriera che crea tra il make up e il sebo della pelle) e rendere la pelle più liscia, compatta e uniforme, in modo da non far penetrare i prodotti nelle linee d’espressione; ne esistono davvero vari tipi in commercio:
  • opacizzanti e/o oil free per chi ha la pelle grassa/mista
  • illuminanti, per rendere la pelle più luminosa
  • colorati (ad esempio quelli verdi servono per minimizzare rossori e couperose, quelli rosa servono a chi ha un colorito spento, ecc.)
  • per viso, che, nella maggior parte dei casi ha la consistenza di un gel trasparente e serve a facilitare l’applicazione del fondotinta e a farlo durare tutta la giornata
  • specifico per occhi, un prodotto in crema che serve ad uniformare la superficie di tutta la palpebra,  fissare e mantenere l’ombretto o pigmento intatti per ore, ed in alcuni casi ne rende più vivo il colore (per questo ne esistono di varie tonalità)
  • specifico per labbra, che serve a far durare più a lungo il rossetto
Nota negativa: la maggior parte dei primer  contiene silicone, che è la causa principale della comparsa di punti neri e brufoli, poiché “soffoca” la pelle

Come applicarlo? Con le dita molto semplicemente, prendendone una piccola quantità e massaggiandolo su tutto il viso uniformemente oppure su particolari zone critiche; è inutile secondo me usare la spugnetta o un pennello; dopo averlo steso ricordatevi di farlo asciugare per bene.

Quando usarlo? Il meno possibile…io ad esempio il primer viso lo utilizzo solo per alcune ricorrenze oppure quando ho davvero il bisogno che il trucco rimanga intatto un’intera giornata; certamente ad utilizzarlo più spesso dovrebbero essere le donne non più giovanissime che cominciano ad avere le prime rughe, e le donne mature; il primer occhi lo applico solo se non utilizzo prodotti waterproof; quello labbra invece non l’ho proprio acquistato perché oramai vendono rossetti a lunga tenuta e tinte per labbra.

Cosa potremmo usare al posto del primer? Per me è fondamentale la cura del viso, quindi per chi ha dei problemi particolari il mio consiglio è quello di non correggerli con il make up, ma partire dalla radice del problema, la nostra pelle! Applicando una crema viso adatta alle nostre esigenze, un fondotinta di alta qualità ed una buona cipria opacizzante, non vi garantisco che il trucco vi durerà tutto il giorno, perché dipende molto dai prodotti che si acquistano, ma dalle 4 alle 6 ore secondo me si può star tranquille, magari portando con noi tutto il necessario per ritoccare il make up nel caso servisse! 

qualche domanda ? scrivete pure

venerdì 8 marzo 2013

Canali del make-up che seguo su youtube

Buongiorno ragazze oggi voglio parlarvi e consigliarvi qualche canale di make-up che seguo quasi sempre

In questo post voglio semplicemente elencarvi i miei canali YouTube preferiti per quanto riguarda il make-up!


Ecco a voi la mia top list! Non è molto lunga ma vi dico i miei preferiti .iniziamo:

Make-up:

glittermakeup83:


Diciamo che lei la seguo un po di piu rispetto alle altre perche è precisa nella spiegazione e ha piu o meno i stessi gusti miei per quanto riguarda il make-up. Andate a dare un occhiata e non ve ne pentirete ora vi lascio i link.

Youtube:youtube


passionmakeup89


Anche lei seguo spesso e devo dire che non è la solita youtubers che se la tira ( perche youtubers che se la tirano ce ne sono parecchie ihihihi ) ; Mi piace molto come si trucca , ed è sempre un piacere guardare i suoi video perche mi schiatto dalle risate ogni volta , fa troppo ridere e simpaticissima ed anche brava per seguirla basta andare su

Youtube:youtube


il mio make up


E' da poco che lei è su youtube quindi non posso giudicarla al 100% ma dai video che ho visto fin ad ora sono rimasta soddisfatta perche spiega molto bene . Ma prima di vederla su youtube ho letto il suo e-book "svelati i segreti del make-up artist" e leggendolo ho corretto parecchi errori che facevo quando mi truccavo VE LO CONSIGLIO ORA VI LASCIO IL LINK PER VEDERLO http://www.ilmiomakeup.it/trucco-occhi-e-labbra-ebook.html

YOUTUBE:YOUTUBE





ECCO I MIEI CANALI PREFERITI PER QUANTO RIGUARDA IL MAKE-UP

E VOI QUALI CANALI SEGUITE?

sabato 2 marzo 2013

Matita nera (come quando e perche!!!)


Come si usa la matita per gli occhi:


Per dare intensità allo sguardo la matita è sicuramente il prodotto da trucco migliore: disegnando gli occhi e definendo lo sguardo, si rende il viso più intenso e misterioso. Vi spieghiamo le tecniche e la scelta del colore più adatti per un risultato migliore.

I diversi tipi:

Tra tutti i prodotti per il trucco, la matita colorata è quella che 

contiene la più alta percentuale di pigmenti colorati perché la sua funzione è quella di lasciare sulla palpebra un colore intenso o omogeneo, sfumato o no, in base all’effetto finale che si vuole ottenere. Esistono diversi tipi di matite:
  • Con mina dura che servono a tracciare un tratto deciso sulla palpebra superiore;
  • Con mina morbida per colorare la riga palpebrale inferiore senza irritazione, oppure per ottenere un effetto ombretto sulla palpebra superiore;
  • Con mina waterproof più resistenti all’acqua e alle lacrime;
  • Con mina retraibile che, grazie alla mina sottile, permettono un tratto preciso simile all’eye liner.

La scelta del colore:


I colori più usati delle matite sono o il nero o il marrone, facilmente adattabile a qualsiasi colore di ombretto. La matita nera è meglio usarla sulla palpebra superiore per rendere l’occhio più importante e far sembrare le ciglia più folte; se usata all’interno della rima palpebrale tende a rimpicciolire l’occhio. I colori decisi come verde, viola e blu vanno usati sulla palpebra nuda o con un ombretto chiaro. Se l’ombretto è acceso, è meglio delineare l’occhio con una matita della stessa tonalità oppure con una matita nera. La matita bianca va usata sulla rima palpebrale inferiore per dare luce allo sguardo.

La tecnica:


La matita può essere applicata sulla palpebra superiore, all’interno della rima palpebrale o sotto l’occhio.
  • Sopra: per tracciare la linea partire dall’angolo interno dell’occhio, e, restando vicino alle ciglia, tracciare il segno fino alla fine della palpebra. Ripartire poi dall’ultimo mezzo centimetro di palpebra e tracciare una linea vicina alla precedente facendola uscire di pochi millimetri dalla fine della palpebra stessa. Invece se si vuole tracciare una linea precisa bisogna disegnare con la matita appuntita tanti piccoli punti sulla palpebra uno vicino all’altro, poi unirli fino ad ottenere un tratto continuo. Per un trucco naturale sfumare il tratto di matita con lo sfumino in gomma o con un pennellino piatto.
  • Sotto: la matita deve essere appuntita per delineare una linea sottile e non appesantire lo sguardo. Tracciare tanti piccoli puntini intensificando i tratti verso la fine dell’occhio per ottenere una linea, che va sfumata con un pennellino piatto per non avere un tratto troppo netto.
  • Dentro: per riempire di colore la rima palpebrale inferiore basta passare più volte la matita avendo cura che non sia appuntita.






Novità: ecco un video creato da me :) Mi raccomando iscrivetevi al mio canale --->clicca

(La matita che ho usato è quella di kiko ve l'ho gia recensita qualche settimana fa; per vedere la recensione clicca qui---> kiko) 

Cerca nel blog